No Gronda
7Ott/100

Dimissioni di Chiesa, assessore alle infrastrutture

A seguito dei gravi contrasti con il suo partito e con la giunta e a seguito di problemi emersi sul tema della "gronda autostradale", si è dimesso ieri mattina l'assessore alle infrastrutture della Regione Liguria, Ezio Chiesa.

Dalla lettera di dimissioni al presidente della Regione Burlando: "Ritengo opportuno non rispondere al Comune e a quello che sino a oggi è il mio partito evidenziando le numerose problematiche che la Gronda comporta e che credo sarebbe giusto rendere note."

Qui il testo completo della lettera.

6Ott/100

Comunicato stampa del 6 ottobre 2010

C'e' chi libera le trivelle (ma se ve la riprendete, vi facciamo passare volentieri), e chi difende la liberta' di respirare, correre e giocare dei propri figli.

Chi difende il territorio, bene prezioso di tutti, esclusivo di nessuno.

C'e' anche chi richiede ai politici la capacita' di affrontare i problemi, mettendo al centro il benessere delle persone e non interessi personali o di questo o quel gruppo imprenditoriale.

Chi difende tutto questo siamo noi

E ci dispiace che abbiano male informato il dott. Castellucci, ma siamo decine di comitati con centinaia di persone; nei comitati, poi, ci sono persone di tutta Genova, che temono per la salute e osteggiano le speculazioni.

Ci sorprendiamo, invece, che sia uscito sui giornali un privato, potente, ma privato, minacciando interventi delle forze dell'ordine sul terreno di altri privati cittadini, infinitamente meno potenti, ma uguali davanti alla legge.

Questi sono solo gli antipasti di cosa sara' riservato a noi e ai nostri territori .

Comitati Antigronda Ponente e Valpolcevera

PS: le forze dell'ordine le abbiamo gia' chiamate noi, per difenderci dagli abusi

5Ott/100

Meglio puntare sulle grandi opere

Un rappresentante del centro-sinistra disse:
"Mi raccomando non puntiamo tanto sulla bonifica del territorio, sulla pulizia dei rivi perché quella non la vede nessuno, meglio piuttosto puntare su grandi opere, su opere che tutti vedono".
Da www.beppegrillo.it - Ferruccio Sansa

3Ott/100

Report settimo giorno di presidio

Si è conclusa oggi la prima settimana di presidio.
Parecchi coloro che ci hanno dato una mano al presidio e coloro che sono venuti in visita a trovarci o ci hanno comunicato la loro solidarietà.
Cittadini di Murta e della Valpolcevera, rappresentanti politici di diversi schieramenti, giornalisti, hanno "colorato" la nostra prima settimana di presidio.
E' la ciliegina sulla torta è stata la grigliata di ieri: nonostante il tempo non fosse bellissimo, la partecipazione è stata calda e numerosa!
Anche oggi abbiamo approfittato della giornata di festa per passare un pò di tempo insieme... e ci è scappata un'altra grigliata!!

Domani comincia un'altra settimana di presidio.
E noi saremo sempre lì, a fermare quella trivella che ha invaso il nostro territorio e la cui presenza costituisce già, di fatto, una ferita.
Ne sono arrivate altre, a Geminiano, a Brasile e a Granarolo.

Gli abitanti di questi posti ci hanno chiesto aiuto, ci hanno chiesto informazioni. Ma anche lì si è ripetuto l'abuso verso gli abitanti, con accessi dei mezzi senza avere ottenuto prima tutti i permessi, da parte delle imprese. E questo noi lo chiamiamo "anticipo". Anticipo di quello che ci aspetta in futuro, se quest'opera dovesse andare avanti. Se si comincia a non avere rispetto già con questi lavori, verso i cittadini che in questi posti abitano, figuriamoci dopo, con i cantieri, le strade di cantiere, i viadotti, le gallerie!

Chiediamo a tutti di darci una mano per questa settimana, confermandoci la presenza  e passando parola ad altri affinchè si uniscano a noi.

Bastano poche ore, una mezza giornata.
La settimana passata siamo riusciti a mantenere una buona media, circa una ventina di persone sempre presenti, grazia anche a molti abitanti di Murta che continuamente ci venivano a trovare.
Vogliamo andare avanti così.
Vi aspettiamo.
Davide

30Set/100

Grazie alla rappresentanza sindacale di Softeco

Grazie alla Rappresentanza Sindacale Unitaria della Softeco S.p.A. che ci ha inviato il seguente messaggio:

La Rappresentanza Sindacale Unitaria Softeco S.p.A. esprime la propria solidarietà ai cittadini intenti ad opporsi alla cosidetta 'gronda di ponente'. Una operazione speculativa, distruttiva del territorio e in controtendenza rispetto alle reali necessità della città. Sappiamo che avete bisogno di tutto il sostegno possibile, dunque parteciperemo attivamente al vostro presidio, ciascuno in base alle proprie disponibilità. State lottando anche, anzi soprattutto, contro un mainstream dell'informazione che dipinge scelte terrificanti come assolutamente necessarie. Siamo con voi.

RSU Softeco S.p.A.

Le vostre parole ci rafforzano, sentire la solidarietà della gente ci aiuta ad andare avanti in questa lotta!
GRAZIE!

30Set/100

L’arrivo dei vigili e dei trivellatori il primo giorno di presidio

L'arrivo dei vigili e degli operai della trivella il primo giorno del presidio organizzato dai comitati NO GRONDA di Genova, che da anni lottano per impedire la costruzione della nuova autostrada in città.

I Love Genova

30Set/100

Esclusiva! Le immagini della famosa pasta alle melanzane! :-)

Non raccontiamo palle quando diciamo che a mezzogiorno c'è pasta per tutti! Dal resoconto del terzo giorno di presidio:"Poi, nell'ora - sarà per gli articoli comparsi sui giornali in merito alla pasta con le melanzane della moglie di Pietro - è arrivata una marea di persone! Peccato che Pietro non abbia avvisato la moglie (ma lei, ha detto poi, per domani provvederà!)."

I Love Genova

30Set/100

A.A.A. regalasi trivella

annuncio umorsitico

Regalo, causa inutilizzo, a chi la ritira in loc Genova Murta, trivella per sondaggi meccanici a carotaggio continuo, in buono stato.
L'oggetto è completo di compressore, pali e custodie porta-carote.
Per informazioni contattare Marta.

29Set/100

Comunicato Stampa del 29 settembre 2010

Il Coordinamento dei Comitati Anti Gronda (Voltri, Prà, Murta, Geminiano, Rivarolo, Bolzaneto, Trasta, San Biagio/Serro, Manesseno) ha letto con stupore le dichiarazioni di ieri della sindaco Vincenzi.

Sappiamo che i nostri amministratori sono molto impegnati e si dimenticano facilmente del passato, ma vorremmo ricordare che tra i "quattro gatti" che vent’anni fa si sono battuti in prima linea contro la bretella autostradale c’era anche lei... e su quella si è costruita parte della sua fortuna politica.

Per inciso sottolineiamo che solo ieri più di cento persone si sono alternate al presidio, mentre in Italia e nel mondo sono milioni le persone che aspirano a un modello sviluppo più moderno basato sul trasporto pubblico e su rotaia e su un minore impatto ambientale.

Auspichiamo infine che la Regione voglia ridare il giusto valore alle Istituzioni promuovendo un percorso di reale confronto sull’utilità, la pericolosità e la progettualità dell’opera, cosa che fino ad oggi non è stata possibile a causa di un dibattito pubblico finto.

Per informazioni info@dibattitopubblico.com

29Set/100

Gronda, scontro sindaco-Regione

Estratto da Il Secolo XIX

Il caffè in cucina, il primo sguardo della giornata ai quotidiani. E uno sfogo memorabile: <<Ma in Regione ci sono o ci fanno?>>. Marta Vincenzi sbotta e alza immediatamente il telefono. Perché teme n ennesimo stop alla realizzazione della gronda autostradale e il fatto che arrivi da un'istituzione amica non le va giù. Pazienza se è presto, chiama almeno quattro suoi assessori. Il sindaco, racconta chi l'ha sentita, è una furia: <<Hai letto le ultime dichiarazioni dell'assessore Chiesa? Ancora no alla gronda, cavalcando comitati di cittadini che ormai hanno pochissimi esponenti. Mi domando cosa pensano di fare - avrebbe detto Vincenzi - è da vent'anni che stanno bloccando quest'opera e ora continuano: è inaccettabile>>