No Gronda
27Giu/110

NO TAV

A chi credereste tra:

·        Quei politici che impegnati con corti e cortigiane si sono mangiati le risorse dell’Italia in questi anni.

·        Quei politici che dicono che: per fare opere faraoniche e inutili i soldi ci sono sempre ma per realizzare ospedali, scuole trasporto pubblico c’è la crisi.

·        Quei politici che sono costantemente in mezzo a scandali e intercettazioni.

·        Quei politici che guadagnano in un mese quello che una persona comune guadagna in un anno e poi si presentano nei luoghi istituzionali 1 volta al mese.

·        Quei politici che hanno aiutato le banche perché c’era la crisi, ma che non hanno aiutato i commercianti in crisi a mandare avanti il negozio pagando i fornitori, i lavoratori disoccupati a mantenere i mutui.

·        Quei politici che non rinunciano a nessun privilegio economico o di altro genere.

·        Quei politici che guarda caso nelle intercettazioni non gliene va giusta una.

·        Quei politici che cambiando livrea come gli insetti ci hanno governato in questi ultimi 40 anni ma sembra che la colpa di tutto sia nostra: perché ci ostiniamo a vivere a lungo, perché caparbiamente proviamo a lavorare finché possiamo, perché dopo 40 anni di lavoro aspireremmo a provare a dedicare gli ultimi anni ad altro, perché ci ammaliamo troppo e vorremmo anche essere curati (al di là di quanti soldi abbiamo o di che conoscenze portiamo), perché vorremmo che ci fosse un posto a scuola (in una buona scuola) garantito per tutti.

e tra chi:

·        Sacrifica tempo in famiglia per difendere dallo sfruttamento i propri territori.

·        Non prende una lira da anni di lotta ma spesso ce ne perde.

·        Accoglie chiunque si presenti nella propria valle come un cittadino del mondo di cui facciamo tutti parte.

·        È disposto a rischiare in proprio per difendere il bene comune.

·        Comunque vada la lotta sarà un po’ più povero ed un po’ più stanco.

·        Lotta in prima persona e non mandando avanti lavoratori come noi, pagati da noi, ad aprire con la forza la strada.

I primi li conosciamo, i secondo sono i No TAV della Val di Susa: noi li abbiamo conosciuti e li sosteniamo.

perché come dice Guccini: “Delle cinque anatre partite verso sud forse una soltanto vedremo arrivare ma quel suo volo certo vuole dire che bisognava volare... che bisognava volare...”.

Coordinamento Comitati No Gronda Valpolcevera
Movimento 5 Stelle Genova
Comitato Acqua Pubblica Genova

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.