No Gronda
5Gen/110

Gronda, l’ultimo si’ passa nel tunnel della Fontanabuona

Martedì round finale  Burlando-Matteoli - Spunta il "baratto" con la galleria di Rapallo

Il ministro contro l’ex ministro. Matteoli contro Burlando. Martedì si gioca il futuro della gronda autostradale di Genova. Bloccata nel 2008 a progetto preliminare approvato dal sindaco Marta Vincenzi, a febbraio l’opera potrebbe nuovamente arenarsi per un «no» di Claudio Burlando. Un «no» appeso alla risposta che il ministro delle Infrastrutture consegnerà al governatore sul tunnel della Valfontanabuona, la galleria sulla quale Burlando si è già impuntato, quando l’anno scorso ha deciso di non firmare il protocollo di intesa.

Martedì Matteoli incontrerà Burlando, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaella Paita, e una delegazione di sindaci. L’argomento sul tavolo ufficialmente è il tunnel, ma, in realtà, è anche la Gronda. Se a febbraio la firma del presidente regionale non sarà stata apposta sull’ormai famoso protocollo, anche la bretella del Ponente potrà tornare a bloccarsi: «I due tavoli hanno proceduto in questi mesi in maniera assolutamente indipendente e senza intoppi», frena la Paita. Sinora. Perché martedì si giocherà anche il futuro di quella che resta “opera prima”: «Se mancherà la firma di Burlando dopo avere presentato il progetto definitivo - sussurrano da Autostrade - potrà costituire un problema». Sì, perché prima o poi il progetto definitivo passerà all’esame della giunta regionale. Che senza la firma del suo “capo”, difficilmente si esprimerà con un assenso.

Della conferma dell’incontro ha parlato ieri l’assessore alle Infrastrutture: «Crediamo - sostiene la Paita - che l’incontro sia un passaggio importante per una comunità che da molto tempo attende una risposta su un tema cruciale per il suo sviluppo economico e sociale». Secondo indiscrezioni, Matteoli avrebbe in mano una proposta seria, ritenendo che sia davvero il caso di porre fine in fretta alla querelle del tunnel. Una possibile via d’uscita sarebbe quella di “scambiare” il tunnel Rapallo-Santa Margherita (sul quale a Levante non c’è l’accordo tra tutti i sindaci) con quello della Valfontanabuona, sostenuto da una richiesta più corale.

da "Il Secolo XIX" online del 5.01.2011

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.