No Gronda
22Nov/110

Gronda bocciata

E' di oggi la notizia che la Regione Liguria ha sostanzialmente bocciato il progetto della Gronda di Ponente per quanto riguarda lo Studio di Impatto Ambientale presentato da Autostrade.

La Regione Liguria ha infatti giudicato carente il materiale prodotto da Autostrade, evidenziando alcune gravi criticità, specialmente in relazione all'alterazione dell'assetto idrogeologico che la costruzione della Gronda comporterebbe in zone già fortemente a rischio, sulla deviazione di corsi d'acqua e sull'impianto generale del progetto per quanto riguarda la parte che coinvolge la Valpolcevera.

Nonostante le osservazioni della Regione Liguria omettano di affrontare problematiche a ns. avviso essenziali (ad esempio manca la valutazione del pericolo dovuto alla movimentazione di milioni di metri cubi di terre amiantifere in prossimità della città, manca la valutazione sul pericolo di compromissione della qualità dell'aria; la Regione, inoltre, prende per buoni i dati sui flussi di traffico presentati da Autostrade, nonostante sia stato da noi ampiamente dimostrato come questi ultimi siano artefatti o inattendibili), si tratta comunque di un importante passo avanti nella nostra lotta contro quest'opera inutuile e dannosa, che conferma come le istanze sostenute da noi cittadini siano tutt'altro che prive di fondamento.

Queste notizie ci danno ancora più forza per perseverare nei nostri obiettivi: noi amiamo la nostra città ed il nostro territorio ed abbiamo il dovere di difenderlo per non compromettere definitivamente la nostra qualità della vita e quella dei nostri figli. E' nostro dovere continuare ad insistere e cercare di diffondere questo messaggio ai nostri concittadini; è nostro dovere, soprattutto, farlo arrivare forte e chiaro fino ai nostri amministratori: solo così potremo far loro capire che i cittadini e la loro salute sono più importanti delle logiche di cementificazione e di sfruttamento del territorio!

Cordinamento Comitati No Gronda

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.