No Gronda
9Giu/110

Domenica e lunedi’ SI vota

Siamo arrivati ai fatidici giorni del referendum.

Quello dell'acqua, del nucleare, ma anche del legittimo impedimento.

Il referendum al quale, insieme ai tanti gruppi di persone, comitati, associazioni di cittadini, abbiamo deciso di dire: SI.

E diremo SI 4 volte, uno per ogni scheda.

Abbiamo visto, in questo ultimo periodo, nascere ovunque manifestazioni, eventi, occasioni di informazione. Quasi sempre nati dal basso, dai cittadini che, oggi, hanno compreso l'importanza di questo referendum.

Stanchi di una politica troppo spesso “chiassosa” ed “inefficace”, assopiti da tante parole troppo spesso prive di reali contenuti, si sono come risvegliati, al suono d'allarme che stava suonando.

E noi vogliamo ringraziare chi, quel suono di allarme, ha iniziato a farlo suonare e chi, con costanza e sacrificio, si è adoperato per smuovere le persone, per informarle, per fare in modo che tutti venissero a conoscenza di quello che stiamo rischiando con la privatizzazione dell'acqua e con il ritorno al nucleare.

Vogliamo dire un enorme “grazie” ai comitati promotori, al gruppo di persone che a Genova, come in tutta Italia, si sono mosse per sensibilizzarci sull'argomento.

Grazie, perchè siete riusciti a farci comprendere quanto sia importante partecipare a questa votazione.

Grazie, perchè i nostri orizzonti, fermi alla lotta per difendere i nostri territori, si sono allargati per la difesa di un bene, l'acqua, che non ha confini.

Da oggi, per merito anche vostro, la nostra consapevolezza, come quella di molti altri italiani, è cresciuta. E questo è un fatto molto importante perchè costituisce il presupposto per un “risveglio” del nostro paese, in grado di cambiare realmente il nostro futuro.

Grazie, ancora.

Coordinamento Comitati noGronda
Gruppo Meet Up “Storico”

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.