No Gronda
22Ott/102

“Destra sinistra” di Primocanale

La puntata di ieri sera del programma "Destra sinistra" di Primocanale con la diretta dal presidio Murta.


Diretta Primocanale dal presidio NOGRONDA di Murta Genova from ILoveGenova on Vimeo.

22Ott/100

Dibattiti dalla trivella

Il primo dei "DIBATTITI DALLA TRIVELLA"
Incontro sui temi Gronda ed Inceneritore.

Domani, sabato 23 ottobre 2010, ore 15.30, al club s.m.s. di Geminiano (alture Bolzaneto, da via Giro del Vento, seguire indicazioni), 100 metri  prima della chiesa di Santo Stefano.

Ospiti/relatori:

  • Ing. Pittamiglio - Docente di sociologia urbana presso l'Università di Genova
  • Dott.Valerio Gennaro - Ricercatore presso IST Genova

Seguirà dibattito

22Ott/101

Dicono che siamo contro il progresso

Un video registrato ieri sera in occasione della diretta di Primocanale dal presidio di Murta. Qua alcune immagini della serata.



21Ott/100

Grazie, grazie, 250 volte grazie

Grazie, grazie, 250 volte grazie per ringraziare una ad una le 250 persone che stasera sono venute a Murta, da tutta Genova, in occasione delle diretta di Primocanale.
Ancora una volta i nostri politici hanno dimostrato la loro incompetenza, di non sapere di cosa stanno parlando, e non hanno risposto a nessuna delle domande da noi poste.
Nelle immagini il finale della trasmissione che però non è andato in onda.

20Ott/101

Diretta dal presidio di Murta domani sera su Primocanale

Domani sera appuntamento a Murta presso il presidio alle 20.45.  Partecipiamo tutti, facciamoci sentire, ci sarà il collegamento in diretta con il programma "Destra sinistra" (ore 21.00 su Primocanale).

20Ott/101

Contiamo i giorni, ci guardiamo in faccia e sorridiamo perche’ ci siamo

stamattina pensavo di essere il primo...
paolo non c'era, chicco aveva il medico....
finalmente ce la posso fare: per un giorno, quando tocca il mio turno, arrivo primo al presidio!!!
E, invece, cavolaccio, noooooo
Mi hanno fregato i residenti...uno, già con il sacchetto pieno di brioche....l'altro in tenuta fosforescente, braghette corte (a quell'ora c'erano circa 10 gradi), in piena attività sportivo-pensionato-attivo-mattiniero-non cioun cacchio da fare.
E vabbe! Nel frattempo arriva il gruppo "motociclisti mattinieri", gentaglia del posto che, prima di andare al lavoro passa a fare colazione (scherzo...).
Mettiamo su il caffè e aspettiamo di vedere sorgere il sole.
Intanto, andati via i baldi giovani, si susseguono quelli un pò più in là con l'età, armati di voglia di stare insieme e chiaccherare. Un bel gruppo di persone, molti residenti, che hanno fatto diventare il presiio il loro punto di ritrovo, il loro "bar all'angolo".
Si preaparano le sedie, i tavolini....mancano solo le carte!
Ma no, che servono...meglio chiaccherare, si leggono insieme i quotidiani, si commenta....la notizia di Don Gallo...mah!
Prima è Ranieri che se lo va ad arruffianare....raccontadogli, probabilmente, un sacco di frottole...poi, adesso, è diventata che è Don Gallo, che di sua volontà ha deciso di venire a Murta per il presidio ed ha chiesto a Ranieri di accompagnarlo...
Meno male che qualcuno dei nostri, nell'articolo, ha conferito a quest'ultimo il Gran Premio dei Contamusse 2010!!
Per la premiazione, aspettiamo il vincitore al presidio!
Nel frattempo, ci si scambiano telefonate con gli amici di geminiano, dove stamattina si era orgaizzato un altro presidio contro le trivelle qui da poco arrivate.
Siamo tutti al gabbio...no, era uno scherzo! Ma è arrivato il geometra della ditta..com'era incazzato! E poi i vigili..e poi rai3..e poi..
Il tg3 ha poi mandato in onda, alle 14 il servizio: breve ma completo; ovviamente non aspettatevi la replica alle 19.30: troppa gente davanti alla tv, meglio parlare di altro!
saluti
davide

20Ott/100

Presidio a Geminiano

Mentre a Murta prosegue il presidio permanente, siamo arrivati al ventiquattresimo giorno, a Geminiano stamattina un altro gruppo di noi ha manifestato all'imbocco della strada privata che porta alla trivella installata in zona.




18Ott/100

Nottingham VS Genova

Andrea Agostini di Legambiente è attivissimo anche sulla rete. Ho la fortuna di fare parte della sua mailing list e spesso, attraverso questo canale,ricevo preziosi spunti di riflessione.

Alcuni giorni fa mi ha inviato un articolo di Enrico Franceschini di Repubblica. Nottingham, in uno studio effettuato dalla Campaign for Better Transport, un'associazione per i trasporti ecologici inglese, è stata indicata come città meno auto-dipendente di tutta la Gran Bretagna. Seguono Londra, Brighton, e Manchester.

La ricetta è semplice e fatta di pochi ingredienti: basta con i centri commerciali giganteschi alla periferia delle città - che ognuno trovi quello che gli serve in un piccolo posto vicino piuttosto che in un grande posto lontano - una rete efficiente di scuolabus, interconnessioni ben studiate tra treno, tram, metropolita ed autobus, sviluppo di piste ciclabili, incentivi all’uso dei mezzi pubblici e disincentivi all’uso di quelli privati. A Nottingham, addirittura, si sta cercando di affibbiare una tassa da 300 sterline ad auto per le aziende e gli uffici privati i cui dipendenti vengono al lavoro in macchina e la parcheggiano in centro, il ricavato sarebbe reinvestito in trasporti pubblici.

A Genova, invece, i nostri governanti devono pensarla diversamente. AMT si prepara a licenziare 400 dipendenti ed effettuare il taglio strategico di numerose corse; la metropolitana, 7 stazioni in 15 anni, 5,5 chilometri, serve solo una piccola parte della città; l’aeroporto non ha un collegamento efficiente con il centro e le stazioni ferroviarie, eppure i binari più vicini, in linea d’aria, si trovano a meno di 700 metri dall’aerostazione. Probabilmente non si vuole scontentare la lobby dei tassisti. Pochissime sono le aree pedonali e le zone a traffico limitato e nulla viene fatto per incoraggiare, almeno in centro, l’uso della bicicletta.

Al problema del traffico ci DEVE essere un’unica soluzione: la Gronda Autostradale. Le voci fuori dal coro, come quelle dell’ex Assessore Chiesa, per questo costretto a dimettersi, vengono zittite in brutta maniera. Il neo Assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita, che lo ha sostituito, si e subito allineata: “da quel progetto non si prescinde”.

Cinque miliardi di euro, con i quali si sarebbe potuta realizzare la metropolitana, promessa fin dal 1970 ai genovesi in un progetto che prevedeva il raggiungimento della Valpolcevera e della Val Bisagno, verranno buttati in un’opera concettualmente superata, per la gioia dei nostri imprenditori abituati a far soldi con le solite colate di cemento ed incapaci di inventarsi sistemi nuovi e più rispettosi dell’ecosistema per produrre ricchezza. Eppure non sarebbe difficile, basterebbe copiare.

A nulla saranno servite le numerose riflessioni dei tanti esperti intervenuti al dibattito pubblico fortemente critici verso il progetto, a nulla è servito l’esempio del Passante di Mestre, chiuso ad Agosto durante l’esodo estivo anche quest’anno.

L’amministratore delegato di Società Autostrade, Giovanni Castellucci, è arrivato persino ad invocare l’intervento della forza pubblica contro cittadini inermi che tentano con ogni mezzo di difendere il territorio al quale sentono di appartenere. Ma una volta non erano i buoni a chiamare la Polizia?

Claudio Di Tursi

Membro del Coordinamento Comitati Ponente e Valpolcevera

15Ott/103

Sabato 16 solo bisteccata a Murta

Per problemi organizzativi il dibattito e lo spettacolo di musica dal vivo previsti per sabato 16 ottobre  sono rimandati ad altra data. Facciamo comunque la bisteccata, all'ora di pranzo, in zona presidio. Vieni anche tu a Murta (Genova Bolzaneto), via Monterosso, dalle 12 in poi!

13Ott/102

Nuovo sito online!

E' online il nuovo sito del Coordinamento dei Comitati Anti Gronda di Genova.

Stiamo trasferendo i contenuti, per adesso il vecchio sito è ancora online qui.